Inventario dei giorni sospesi di Agnès De Lestrade e Valeria Docampo

Inventario dei giorni sospesi di Agnès De Lestrade e Valeria Docampo

E’ buffo pensare che sono tornata a scrivere alla vigilia di un quasi Lockdow.

E’ buffo per usare un eufemismo.

E’ triste, tanto.

Tuttavia questo periodo storico mi sta attraversando, levigando i miei angoli, assottigliando i vari spicchi di ansia riportandomi alla mia grande passione: la scrittura.

Oggi sono corsa fuori di casa a prendere dei libri.

Avevo paura ci “chiudessero” di nuovo, così ho pensato che come “ultima cosa prima di…” sarei dovuta andare in libreria.

D’altronde se ho bisogno di prosciutto vado in salumeria, se voglio un nuovo capo d’abbigliamento vado in una boutique, ma se voglio un libro e non sono costretta a stare in casa non ordino su Amazon, mi reco in una libreria. 

Così scorro le pagine, guardo le copertine concentrandomi su quelle dai toni pastello e mi sento felice.

Gironzolo per 20 minuti, “No, grazie, non voglio la sportina” (sì, sono di Bologna), saluto la donna alla cassa ed esco vittoriosa con 4 libri sotto il braccio!

Il primo che scelgo di sfogliare, perchè in sostanza si tratta di illustrazioni, è Inventario dei giorni sospesi. Idee felici per tempi difficili edito per Terre di Mezzo.

Se non sono questi tempi difficili….mi dico!

L’ho comprato per mio figlio, senza soffermarmi troppo sul fatto che la protagonista è una bambina e che difficilmente potrà rivedersi in lei. Sono tuttavia certa che anche lui prima o poi, speriamo prima che poi, coglierà la delicatezza delle illustrazioni di Valeria Docampo e la semplicità dei piccoli gesti raccolti da Agnes De Lestrade.

35 pensieri positivi per affrontare i tempi difficili, o più semplicemente per cambiare prospettiva, ricordandoci sempre che anche quando non possiamo andare fisicamente da nesuna parte, possiamo “viaggiare” con la fantasia.

E sarà propio allora che la vsca da bagno ci sembrerà un fiume nel quale andare a pesca, le baccia di nostro padre una giostra senza bisogno di momentine, e i vasetti sul davanzale un verdissimo orto botanico.

Non fermiamoci mai all’apparenza, scaviamo nella fantasia per trovare la forza di “ripensarci” capaci di “Cambiare il mondo“.

Leave a reply