Chiedi a tuo padre di Davide Cali e Noemi Vola

Chiedi a tuo padre di Davide Cali e Noemi Vola

Passavano molto tempo insieme, io e mia cugina.

Io figlia unica, lei con un fratello piccolo.

Lei bionda.

Io mora.

Lei sempre alla moda.

Io vestita “un po’ così”.

Ci divertivamo tanto.

Inventavamo dei mondi.

Ma ricordo come fosse ieri, che al momento di fare una scelta io – magari pentendomi – correvo velocemente verso una direzione, lei titubante aspettava che qualcuno le indicasse una strada.

Sapeva quello che voleva dentro di sè, ma non aveva la “spavalderia” per affermarlo a gran voce.

Così passava ore ed ore a cercare di fare la “scelta giusta”…più per gli altri che per sè stessa.

Oggi, a distanza di tanti anni, mi diverte quando andando insieme a fare shopping, trascorriamo delle mezze ore nei camerini, cercando di capire se un vestito fa al caso suo.

Oggi non basta neanche il mio parere per convincerla. Ci vogliono più voci.

Il più delle volte il vestito viene riposto nella gruccia con arrendevolezza.

Con questo non voglio certo inerpicarmi in questioni pedagogiche infondate, ma leggendo Chiedi a tuo padre mi sono domandata se le sue continue titubanze possano essere state una conseguenza di domande del tipo “sei sicura?”.

“Eccerto che sono sicuro!”

sarà la risposta che spero mio figlio mi darà.

O forse, grazie a questo libro, spero di frenarmi ancor prima di avergliela posta.

Chiedi a tuo padre più che un libro per bambini è un monito per noi genitori, per ricordarci le tante domande scomode ascoltate quando eravamo bambini.

Stupende le illustrazioni di Noemi Vola!

P.S. Oggi mia cugina ha trovato una strada lontano da qui, e le basta la sua di voce.


Numero di pagine

137.

Editore

Corraini

In poche parole…

L’elenco di frasi misteriose da non pronunciare ai nostri figli, amici dei nostri figli, nipoti, ecc.

Curiosità

Noemi Vola – illustratrice di questo libro – insieme a Eliana Albertini, Irene Coletto, Martina Tonello ha fondato Blanca: un collettivo che si occupa di autoprodurre l’omonima rivista di storie illustrate per bambini (e non).

Consigliato a chi…

Non ricorda il fastidio di certe risposte che i genitori gli davano da piccolo.

Non adatto a chi…

Sa di essere un buon genitore.

Voto

7

Leave a reply